Translate

giovedì 21 gennaio 2016

NEL RUMORE DELLA FOLLA


T'ho vissuto nel sogno d'ansimanti vertigini
Nell'aria stremata di te su calde orme di passi silenziosi
s'assottiglia l'essenza d'una dolce cadenza passionale
alleata d'un richiamo conturbante
Sfugge all'incertezza che accresca la cupidigia dei sensi
tessuti in un'implosione d'erica
nel suo ridestare vezzi amaranto
Sono dischiusi nel tuo cielo nascosto
mentre la luna calante armoniosa di mani gestuali
plasma il tuo volto...
che invano ho cercato nel rumore della folla

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati 2011

10 commenti:

  1. Versi musicali avvolgenti e piacevolmente coinvolgenti... mi piace molto, cara Silvia. Un abbraccio Stefania

    RispondiElimina
  2. Con queste nuvole e questo cielo blu come si fa a non sognare con le tue parole Silvia..
    GRANDE!
    Maurizio

    RispondiElimina
  3. Un sogno dolcissimo invade l'anima di richiami fascinosi e sensuali che danno dolci visioni d'avvicinamento, toccano le corde del cuore accendendo desiderio d'un intenso connubio di sentimento che presenti il volto desiderato. Lirica ch'esalta il sentimento d'amore. Molto apprezzata. Buon pomeriggio, un abbraccio Silvia.
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  4. E' ancora una volta il desiderio il tema centrale di questi versi, raffinati, sensuali ed eleganti, ancorché contrassegnati da un costrutto ardito e composito.
    Cordialità.

    RispondiElimina
  5. Una luna calante su sogni già vissuti...affascinanti e raffinati versi! Leggerti è bellissimo!

    RispondiElimina
  6. La ricerca spesso invano di qualcosa passata e da ritrovare o dalla voglia di farlo..
    Bellissimo il tutto come sempre..
    Bacio soave!

    RispondiElimina
  7. La passione corre tra i tuoi versi come un fiume che scorre.

    RispondiElimina
  8. Silvia aspetto le tue emozioni..come un fiore attende il sole.
    Maurizio

    RispondiElimina
  9. belle sensazioni mi percorrono il corpo leggendo questi tuoi versi...brava

    RispondiElimina
  10. L'attesa e la ricerca dell'amore separato o dalla folla o dal tempo e luogo è sempre una fuga affannosa verso il piacere e l'amore..Bei versi come sempre Silvietta. Bacio soave!

    RispondiElimina