Translate

domenica 22 novembre 2015

DIETRO LA PORTA



Nella bolgia adirata
 si scontrano logori rifiuti d’amore finito
Scandisce parole un alibi metallico
avido nel barattare pregiudizi di scambio
Quasi avvalorano entità
d’un fardello insostenibile
scevro d’ardenti sentimenti
dispersi nelle fauci d’inverno
affondate nella melma
L’odore antico di pelle madida d’umori
è dietro la porta sigillata
bandito da qualsiasi vellutata malìa
in bilico su flauto ammutolito

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati marzo 2012

8 commenti:

  1. Son convinto che che sei brava davvero perche solo da te si sogna..
    Maurizio

    RispondiElimina
  2. Litigi esacerbati s'accendono tra due persone che ormai sono arrivate al finale della storia d'amore. Ormai il sentimento era spento da molto tempo. Uno scontento latente che doveva venire alla luce. Un verseggio che colpisce piacevolmente il lettore. Il mio plauso poetessa. Un abbraccio e serena domenica Silvia!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  3. Meravigliosa la tua poesia.. Buona serata Silvia, un abbraccissimo Anto

    RispondiElimina
  4. "Dietro la porta" c'è spesso il profondo malessere di una delusione, di una rottura amara, che mi pare di leggere attraverso le tue righe.

    RispondiElimina
  5. Dietro la porta, ovvero nella propria privacy, al riparo da sguardi indiscreti, si accendono e si consumano passioni, che a volte possono essere pure motivo di tormento.
    Un cordialissimo saluto.

    RispondiElimina
  6. Rosa Santinelli
    ciao Silvia, bellissimi pensieri abilmente espressi complimenti, situazioni infelici che logorano la vita cancellando tutto quello che di bello si e' vissuto, ciao grazie baci rosa.

    RispondiElimina
  7. Enrico Garrou
    Silvia cara, che visioni hai creato! Che tristezza questi amori finiti che stancamente cercano di continuare a vivere. Un abbraccio grande tesoro

    RispondiElimina
  8. Agnese Giallongo
    Di una bellezza unica mi colpisce il tuo splendido verseggiare Silvia

    RispondiElimina