giovedì 8 ottobre 2015

ANIMA SEDOTTA


Nelle mie fughe con te
si sopiscono quelle sommosse
senza mediazione
difficili da spiegare a chicchessia
Quasi un moto di ribellione
a un non consenso di vita
nei suoi margini severi...
duri da condividere
Mi prendi per mano
consona 
di quel fremito sulla schiena
forte d'un'ispirazione serrata
a dita strette
capaci carezzare
soliloqui d'eccedenti smanie
placate da un tenero languore
che si fa parole
per avvicinare le sillabe
all'anima sedotta

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati ottobre 2012

7 commenti:

  1. Resto sempre senza parole nel leggerti Silvietta mia, cogli le sfumature più segrete o evidenti e le esponi solo come tu sai fare..
    Bacio deliziosa signora!

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo "placate da un tenero languore che si fa parole".

    RispondiElimina
  3. Pura seduzione..wow..
    Dolce sera Silvia
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. Luisa Alessandri
    Un'opera intensa di passionalità con versi coinvolgenti, quanta musicalità, parole belle e particolari che sembrano ricamate per sublimare la Poesia. Bravissima Poetessa Silvia.

    RispondiElimina
  5. Desiderio e seduzione... complimenti! ;-)
    Saluti anche da parte del Guardiano.

    RispondiElimina
  6. Attratta dalla seduzione che viene esercitata su di lei dal partner, la donna dimentica quei moti di ribellione dell'animo che a volte le vengono per insoddisfazione di vita, rendendosi conto che il rapporto con l'uomo è abbastanza armonioso. Bravissima come sempre Silvia, sai cogliere ogni sfumatura che s'insinui in ogni rapporto. Buon pomeriggio ed un abbraccio!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  7. Levar pela mão a amada, é doação de segurança e carinho, recompensa para ele; um ato amoroso, o de conduzi-la pela mão, que lembra a figura do côncavo e o convexo. Belo poema.
    Abraços, Silvia

    RispondiElimina