giovedì 11 settembre 2014

AGGUATO D'AMORE

                                                 

E sfrangiava lamenti il mio segreto
disperso in quella brama di baci
che sempre mi hai negato
quando negli agguati d'amore
nel dolce giro di mani
mi dedicavi prorompenti amplessi
su translucide gocce di pioggia
(delicate movenze sospese su un filo d'arcobaleno
fluttuante tocchi lascivi)

L'immaturità del tuo essere uomo
sfuggente allo schiudersi d'un intenso motivo
ha frantumato emozioni da contare sull'abaco d'amore
disperso in pungenti chicchi di grandine
graffiante un terreno arido di primavera

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati aprile 2011

10 commenti:

  1. Si accentua in questi versi la personalità dell'uomo, che si discosta da quella femminile.
    Saluti,Marco

    RispondiElimina
  2. Bellissima, buongiorno mia cara
    Rosa Maria Giorgio

    RispondiElimina
  3. Ciao Silvia, stupenda complimenti, molto suggestive le metafore e il finale, sempre bello leggerti, ciao, buona giornata Rosa a presto
    Rosa Santinelli

    RispondiElimina
  4. Molto intensa,soavemente drammatica, arriva....dritta dritta
    Bruno Amore

    RispondiElimina
  5. Bella e vera
    Sara Cristofori

    RispondiElimina
  6. L'immaturità del suo essere uomo sfuggente allo schiudersi d'un intenso motivo,ha frantumato emozioni da contare sull'abaco d'amore....Intensa
    Dora Forino

    RispondiElimina
  7. Meravigliosa, Buongiorno cara Silvia
    Antonello Borciu

    RispondiElimina
  8. Dolci baci
    Fany D'Oronzio

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutti delle belle osservzioni, buona serata e un sorriso,silvia

    RispondiElimina
  10. Un vortice di dolcezza...
    Bellissima come tutto cio che scrivi Silvia
    Maurizio

    RispondiElimina