Translate

lunedì 31 marzo 2014

TENUITA' DI ROSSO

                                                      

Mi sono smarrita
nella distrazione del tuo intuito
ch'emerge dal fremito sommesso
nell'eccepire dolci smanie di pelle
Avverto in quei tuoi attimi d'arresa
voluttuosi sapori
ostentano lievi tenuità di rosso
piegato in gemiti incontenibili di voluttà
Esprimi rara dolcezza e inaudito spessore
nell'emotività rarefatta sul tremito di schiena
si ripercuote ancora adesso
nella memoria ardente
non doma d'un lascivo fragore
irraggiungibile
da quei soliti rimescolare il sentimento con un bacio

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati febbraio 2011
                                                 


11 commenti:

  1. Stupende emozioni d'amore nei tuoi versi.
    Molto bello il video della poesia
    Saluti,Marco

    RispondiElimina
  2. Attimi così intensi da donare sensazioni scolpite indelebilmente nella memoria ...versi di grande fascino e intensità.Buona giornata Silvia.

    RispondiElimina
  3. Momenti indimenticabili d'un amore che preme...
    Bellissima poesia, un abbraccio Elisa

    RispondiElimina
  4. Rosso passionale...forti emozioni!

    RispondiElimina
  5. Versi coinvolgenti e sensuali che raccontano una passione pura. Brava

    RispondiElimina
  6. Questa tenuità di rosso, ci rappresenta un amore delicato e appassionato, condito da dolci emozioni. Apprezzati versi. Buon pomeriggio ed un abbraccio, cara Silvia!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  7. Grazie infinite a tutti dei graditi commenti, un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
  8. Un lieve eros è celato tra le righe – rende ancor più l’idea del momento nel quale immedesimarsi. Berta Biagini

    RispondiElimina
  9. Di rosso c'e solo passione...
    e la tue parole
    Maurizio

    RispondiElimina
  10. Il massimo Silvietta , il massimo il questi tuoi versi..dove il rosso simbolo di fuoco, passione, perdita di controllo è tutto impresso nelle sensaioni che sempre ci regali!
    ++++

    RispondiElimina
  11. Riletta con piacere cara Silvia, ti auguro un buon pomeriggio di sole.

    Meravigliosa descrizione a fotografare attimi di abbandono ed obiezioni nell’eccepire smaniose manipolazioni, contraddistinte da pause di voluttuosi piaceri, che seppur accendono un rossore di lieve vergogna, non sopraffanno gemiti di incontenibili piaceri. Nulla a confronto con il solito bacio sentimentale. Profondamente stupenda questa lirica a risvegliare una passionalità vissuta che ancora perdura nelle movenze ed effusioni di corpi, incontrollabili, gesti che sfociano in un'incontenibile provocante lussuria per niente latente, scenario di un pianeta aldilà delle propedeutiche azioni sentimentale.

    RispondiElimina