Translate

lunedì 3 marzo 2014

FANCIULLA

                                   
 
 
Fragile assai

ma assiduo

ancor mi prende di petto

quell’odore antico

forse un po’ acre

che sa di te

Visto che nell’inclinazione inquieta

d’un amore stantìo

mi rannicchio dolcemente

per farmi scalfire

dal soffio furtivo d’un’emozione

.....si quella ormai labile nella memoria

che in un guizzo  rinasca

e fanciulla frema per te…

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati ottobre 2013

13 commenti:

  1. Bellissima, particolarmente piaciuti i primi versi e la splendida Chiusa.
    Gradevole ed efficace poetare, sempre bravissima l'Autrice.
    Duilio MARTINO

    RispondiElimina
  2. Particolarmente delicati questi versi d'amore, che ho apprezzato nella loro lettura
    Saluti,Marco

    RispondiElimina
  3. ciao Silvia, sempre molto belle le tue poesie, complimenti, poesia malinconica che si rifa' ai ricordi , si va alla ricerca di emozioni perdute per rivivere attimi passati, molto reale , ciao grazie buona giornata a presto rosa.) baci

    RispondiElimina
  4. L'amore, fiamma che arde in gioventù, è un crogiolo passionale, dove sfumante nel tempo è la reazione chimica dell'eros, che scorribande d'alcove notturne ora in un presente nostalgico, anche se con labili sfumature al confine, arricchiscono definizioni di un rapporto ormonale oramai rarefatto. Spiccato senso di una realtà imprescindibile è questa lirica riflessiva, a dir poco simulazione fanciullesca, che nulla è a paragone di una condizione attuale nel contrasto evidente di una reminiscenza dei massimi livelli di un approccio amoroso. Sempre molto piacevole lettura sono i tuoi scritti. Tanti saluti cara Silvia.

    RispondiElimina
  5. I ricordi di un amore d'altri tempi che si affacciano alla mente e fanno rivivere il sentimento. Bella lirica molto scorrevole ed intensa, apprezzata cara Silvia, un abbraccio!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  6. Grazie infinite a tutti, dei graditi commenti, buona serata, silvia

    RispondiElimina
  7. Un saluto veloce sommerso da problemi che non riescono a centrare il bersaglio di queste note che danzano sul pentagramma dell’amore. Berta Biagini

    RispondiElimina
  8. I ricordi giovanili spesso si affacciano nella nostra mente e nel cuore, portando una ventata di emozioni , a volte , inaspettate..
    Bei versi come sempre, dolcissima amica mia!

    RispondiElimina
  9. Bella lirica dove riaffiorano nostalgie giovanili per un vissuto ricco d'emozioni. Ciao Silvia ,sempre brava.

    RispondiElimina
  10. L'attacco di fausto Papetti e insuperabile ma le tue poesie sono meglio. Un abbraccio Silvia
    a presto
    Maurizio

    RispondiElimina
  11. I brividi della giovinezza e il sapore di tutto quel furtivo che ci portava è racchiuso in questi tuoi versi sempre bellissimi, Silvietta mia...
    Bacio speciale!

    RispondiElimina
  12. m'incanto a leggerti carissima Silvia..sei davvero una poetessa coi fiocchi! un abbraccio :))

    RispondiElimina
  13. Bella questa lirica nella sua elegante sobrietà espressiva che in sè racchiude dense ed incisive immagini che affascinano l'apprezzata lettura

    RispondiElimina