Translate

lunedì 24 marzo 2014

CRONACHE

                                                           


La tua insistenza
nell’esigere pegni d’amore
naufraga in oscuri vicoli
densi di parole informi
S’elevano nelle mosse
d’un librare sentimentale
sfumato nelle remore del tempo
La vulnerabilità
d’una dolce veglia girovaga
si rarefà
nelle tinte d’un manto ostile
ove dimenticanze
d’una tenera ebbrezza
transitino sull’istintività
di cronache su schiena adunca

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati settembre 2013

15 commenti:

  1. Buongiorno Silvia! non riesco ad iscrivermi ai tuoi blogs e onde perdermi queste velate emozioni inserirò il link nella roll barr
    Grazie per queste belle sensazioni, a presto.

    RispondiElimina
  2. Benvenuta cara Simona, fra le mie pagine, buon inizio di settimana e un caro saluto, silvia

    RispondiElimina
  3. Sempre assai raffinato il tuo scrivere d'amore
    Saluti, Marco

    RispondiElimina
  4. Dov'è il confine tra amore e sensualità, tra carne e pensiero, oppure vanno a braccetto perdendosi nel piacere di sé e dell'altro/a?

    RispondiElimina
  5. Amaliante sensualità di versi tra note musicali coinvolgono e trasportano la mente provocando avvolgenti sensansazioni. Buon inizio settimana, Stefania

    RispondiElimina
  6. Istintività di cronache su una schiena adunca...un ricordo che si perde nella scontento...Sempre immagini di grande effetto nel tuo affascinante poetare! Buona serata Silvia.

    RispondiElimina
  7. Un aggrovigliarsi di sentimenti e di sensazioni si mescolano in un vortice di sensualità accogliendo il piacere dell'amore. E' molto bello leggerti cara Silvia specie per questi versi super. Un abbraccio e serena serata
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  8. Grazie infinite dei vostri graditi commenti, buona serata silvia

    RispondiElimina
  9. Il peso della vita sembra non avere requie – in tutto e per tutto riesce a lasciare il suo zampino e purtroppo non sempre siamo pronti ad accettare. Berta Biagini

    RispondiElimina
  10. Versi più complessi del solito cara Silvietta mia...la vita spesso ci sprona a pagare per avere e questo pegno risulta spropositato all'aspettativa...
    Molto profonda amica mia bella!

    RispondiElimina
  11. Non sempre l'amore porta serenità,ma a volte è foriero di angoscie e turbe. Un caro saluto

    RispondiElimina
  12. Grazie cara Silvia di essere passata dal mio modesto salotto; mi hai dato modo di entrare in questo elegante ed affascinante tuo blog. Nella tua poesia c'è tanta sensibilità. e inquietudine. Purtroppo la vita non è sempre facile. Ti mando un abbraccio sperando di ritrovarti presto. Bruna. ciaooo

    RispondiElimina
  13. Originali versi in un mescolarsi di sensazioni.
    Buon pomeriggio
    Rakel

    RispondiElimina
  14. In punta di piedi..in silenzio nell'eleganza delle tue parole
    I miei complimenti Silvia
    Maurizio

    RispondiElimina
  15. pure la foto è bella...
    Ciao silvia Buon mercoledì
    Maurizio

    RispondiElimina