domenica 26 maggio 2013

CADENZE

                                   

Si sfilacciano a poco a poco le speranze di averti  ancora...
cadenze del tuo torace esuberante  smagliano, eccedenze di voglie,  in bilico sull'orizzonte d'amore.... si piega logoro, al tuo volere, nell'amarezza, che si fa soffice,  rivivendo impronte d'una carezza remota...

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati maggio 2013

14 commenti:

  1. Dolci ricordi che, in parte, addolciscono, la malinconia d'un abbandono d'amore...Bella osservazione poetica. Saluti, Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite del tuo commento, Marco, buona domenica e un saluto, silvia

      Elimina
  2. Ciao Silvia, la fine di un rapporto e' sempre doloroso, per una delle parti in causa,perlomeno, non sempre per tutti e due, rimangono i ricordi che addolciscono le amarezze, tante volte e' incomprensibile, come cose nate prepotentemente e entusiasticamente facciano questa brutta fine,dalle stelle alle stalle.)) ciao complimenti bellissimi pensieri, buona domenica rosa, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione,Rosa, a volte la fine di un amore coinvolgente, ci lascia davvero perplessi e i suoi ricordi fanno spesso capolino nella mente...
      Buona domenica e un abbraccio, silvia

      Elimina
  3. Vanno scomparendo le voglie d'averti ancora anche se l'eccedenza di voglie si fa sentire, ma rimane solo il desiderio d'una carezza remota che non attecchisce più al nostro presente.
    Un caro saluto e una serena domenica per te cara Silvia!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre appropriate le tue intense parole di commento, cara Grazia.
      Vivi una domenica spensierata, un abbraccissimo, silvia

      Elimina
  4. Una riflessione splendida, appena soffusa di malinconia per sensazioni e attimi di vita che non si ripeteranno...Buona domenica Silvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie di esserti soffermata sul mio pensiero d'amore, cara Rosanna..un abbraccissimo, silvia

      Elimina
  5. L'amore è una cosa strana, per Platone una malattia mentale, ma il ricordo dell'amore è forse ancora più strano, serve solo alla poesia e questi versi ne sono testimoni. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Rosario, delle tue gradite osservazioni.
      Inizia una settimana creativa, un caro saluto, silvia

      Elimina
  6. ..riesci a trasformare la malinconia in sorriso..grazie Silvia.
    a presto
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Graditissime le tue osservazioni di stasera, Mau, tanta armonia per queste tue ore, silvia

      Elimina
  7. se non poteva essere vuol dire che amor non era

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del gradito intervento, a presto, e un caro saluto, silvia

      Elimina