Translate

venerdì 1 febbraio 2013

ALLA MIA META'






Nelle sillabe rarefatte
fai volare  infiniti impulsi d’amore
inventati  nel riflesso
d’una cruenta meteora
Ha ostentato violacea acredine
sulle orme buie dei miei polsi
disallineati dall’armonia
d’un fragile afflato  d’esistenza
La tua consegna al tempo dei miei respiri
è divenuta dolce ritrovo
coagulato dalla supremazia
di mani vibranti d’anima
mentre discosta il vuoto
d’una scena devastante
il sorriso che s’arrampica fra i denti 

Silvia De Angelis tutti i diritti riservati gennaio 2013

7 commenti:

  1. ''... il sorriso che s'arrampica fra i denti...''semplicemente stupenda amica mia...

    RispondiElimina
  2. Grazie della bella osservazione, caro Giacomo, è sempre un piacere leggerti nel mio blog d'amore.
    Buon pomeriggio e un caro saluto,silvia

    RispondiElimina
  3. ciao Silvia, bellissime espressioni molto calzanti e raffinate come sempre, complimenti, ciao baci rosa, buona giornata.)

    RispondiElimina
  4. Ci possono essere momenti d'acredine, ma che poi si discostano dai momenti no. Ci vedo un bellissimo quadretto di vita matrimoniale e che durerà a lungo. Brava Silvia con questi versi calzanti e incastrati come pietre preziose ha scritto una magnifica lirica. Ti auguro un bel pomeriggio e t'invio un abbraccio!
    Grazia Denaro

    RispondiElimina
  5. Grazie di cuore Rosa e Grazia, delle vostre belle osservazioni, buona serata e un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
  6. Quanto è grande il potere di un sorriso, riesce a mettere in secondo piano silenzi di vita...affascinante e stupenda lirica Silvia, bravissima!

    RispondiElimina
  7. Grazissime, cara Rosanna, del gradito commento...
    Vivi una bella sera, un bacione, silvia

    RispondiElimina